News

Rubriche

Di amore e letteratura

La festa di San Valentino è ormai alle porte, il clima e l'atmosfera si fanno sempre più romantici e sdolcinati, è questo il momento adatto per proporvi alcune storie d'amore tratte da opere letterarie note e che, in alcuni casi, abbiamo già trattato in precedenza.
Ce ne vengono in mente diverse e tutte molto belle, alcune a lieto fine e altre no, ma nella letteratura le storie d'amore meglio riuscite sono da sempre quelle condite da una buona dose di struggimento e di lacrime, come se non possa esserci amore senza una profonda sofferenza.

Ve li ricordate Ero e Leandro, divisi dal mare e uniti dalla passione? Un amore cui la forza e l'intemperanza del mare mette definitivamente fine provocando la morte di lui cui segue il suicidio di lei.

«Amor condusse noi ad una morte. Caina attende chi a vita ci spense» poche parole bastarono a Dante per riassumere la vicenda di Paolo e Francesca che, travolti dalla passione, dimenticarono i rispettivi legami matrimoniali: un amore clandestino che, scoperto, li portò alla morte.

Romeo e Giulietta, il classico dei classici! Non hanno bisogno di presentazioni! Purtroppo anche il loro amore finisce male: con la morte di entrambi!

E finiamo con Elizabeth e Darcy, protagonisti di Orgoglio e Pregiudizio di Jane Austen, che, al contrario dei precedenti esempi, riescono dopo avvicinamenti e allontanamenti a coronare il loro amore e a unirsi in matrimonio.

Noi preferiamo le storie a lieto fine che si concludono con la felicità e il matrimonio dei due innamorati, avrete quindi capito che la nostra preferita è quella di Elizabeth e Darcy.
E la vostra storia d'amore preferita qual è? Qual è quella che vi rappresenta di più?

Condividi: